Località PIANI DI LUZZA (mt. 1100)

Da Domenica 25 Luglio a Domenica 15 Agosto in 3 turni settimanali

Villaggio Sportivo "Bella Italia & EFA Village".

Posizionato a 1.100 metri di altitudine, a metà strada tra l'altipiano di Sappada e Forni Avoltri ai Piani di Luzza

Pubblicato in Ultime news

Iscriversi al C.A.I. significa

assieme all’alpinismo in ogni sua manifestazione, l

a salvaguardia dell’ambiente, la tutela delle culture,

dei luoghi e della storia della montagna.

Oltre a ciò si ha l’opportunità di migliorare la sicurezza

e le conoscenze,aggiornando la propria formazione

alpinistica, scialpinistica, escursionistica, speleologica e ciclo-escursionistica.

Condividendo con noi la tua passione per la montagna diventando SOCIO

potrai beneficiare di : condizioni preferenziali rispetto ai non soci

nei rifugi del Club e nei rifugi dei Club alpini esteri aderenti all’U.I.A.A. (Unione Internazionale delle Associazioni

Alpinistiche) e negli Esercizi Convenzionati

Ricevere gratuitamente la stampa sociale:
• Rivista mensile ‘Montagne360’

• Notiziario bimestrale sezionale ‘Le Alpi Orobiche’ via mail

Alpinistiche) e negli Esercizi Convenzionati
Ricevere gratuitamente la stampa sociale:
• Rivista mensile ‘Montagne360’

• Notiziario bimestrale sezionale ‘Le Alpi Orobiche’ via mail

• Notiziario mensile ‘Lo Scarpone’ consultabile sul sito www.loscarpone.cai.it

Pubblicazione Annuario Cai della Sezione di appartenenza

Partecipare ai Corsi di Formazione,

alle escursioni estive e invernali organizzati dalle Scuole del Coordinamento

Scuole per la Montagna (CSM) e altre Scuole di Alpinismo
Utilizzo di Georesq gratuito (App per smartphone sistemi
Android, IOS, Windows) che permette di determinare la propria posizione geografica

ed in caso di necessità l’inoltro degli allarmi e delle richieste di soccorso
Godere delle seguenti coperture assicurative:
• Infortuni Soci in attività Istituzionale

• Responsabilità civile in attività Istituzionale

• Soccorso Alpino in attività Istituzionale e personale in Europa

• Tutela legale e peritale in attività Istituzionale Notiziario mensile ‘Lo Scarpone’ consultabile sul sito www.loscarpone.cai.it

Pubblicazione Annuario Cai della Sezione di appartenenza

Partecipare ai Corsi di Formazione, alle escursioni estive e invernali organizzati dalle Scuole del Coordinamento Scuole per la Montagna (CSM) e altre Scuole di Alpinismo
Utilizzo di Georesq gratuito (App per smartphone sistemi
Android, IOS, Windows) che permette di determinare la propria posizione geografica ed in caso di necessità l’inoltro degli allarmi e delle richieste di soccorso
Godere delle seguenti coperture assicurative:
• Infortuni Soci in attività Istituzionale

• Responsabilità civile in attività Istituzionale

• Soccorso Alpino in attività Istituzionale e personale in Europa

• Tutela legale e peritale in attività Istituzionale

Massimali Assicurativi

 
Infortuni Soci in attività Istituzionale
Massimali Combinazione A:
• Caso morte € 55.000,00

• Caso invalidità permanente € 80.000,00

• Rimborso spese di cura € 2.000,00 (Franchigia € 200,00)

Responsabilità civile in attività Istituzionale

• Le garanzie sono prestate senza limiti territoriali e senza applicazione di franchigia.

Massimale Euro 20.000.000,00

Soccorso Alpino in attività Istituzionale e personale in Europa

Valida anche in attività personale
• Massimale per Socio

• Rimborso spese fino a € 25.000,00.

• Diaria da ricovero ospedaliero: € 20,00/giorno per massimo 30 giorni.

• Massimale per assistenza medico psicologico per gli eredi: fino a € 3.000,00/Socio
Tutela legale e peritale in attività Istituzionale
Prevede il pagamento di:
• Compensi e competenze del legale incaricato

• Compensi e competenze di Consulente Tecnico di parte (CTP) e d’ufficio (CTU)

• Spese di giustizia compresi contributo unificato, bolli ed imposta di registro

• Spese da liquidare a controparte per soccombenza o transazione

• Spese dell’organismo di mediazione fino alla concorrenza di € 60.000,00 per ogni sinistro

con un limite complessivo, per sinistri di una stessa annualità assicurativa, di € 100.000,00.

Sussistono motivi di esclusioni.

Attività istituzionale: cosa si intende?

Tutte le attività organizzate dal CAI preventivamente DELIBERATE e approvata dal Consiglio

Direttivo della Sezione o Sottosezione: uscite escursionistiche anche con l’utilizzo della

mountain bike e/o racchette da neve, alpinistiche, scialpinistiche, sci di fondo-escursionismo,

speleologia, torrentismo (attività nell’ambito delle finalità istitutiva CAI.

Il Socio CAI, a richiesta, può accedere alle seguenti coperture assicurative per l’attività individuale:

• Infortuni in attività personale: alpinismo, escursionismo, speleologia, scialpinismo, etc. (attività tipica del CAI).

Si può scegliere tra combinazione A o B (massimali diversi)
• Responsabilità civile in attività personale attinente al rischio alpinistico, escursionistico, o comunque connesso alle finalità CAI

• Soccorso in spedizioni extra europee
Per ulteriori informazioni e dettagli consultare la pagina: www.cai.it/assicurazioni

Sedi dell’Unione Bergamasca C.A.I. della Provincia di Bergamo

BERGAMO This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
CLUSONE This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
LOVERE This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
PIAZZA BREMBANA This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
ROMANO DI LOMBARDIA This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
TREVIGLIO This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

ALBINO This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
ALTA VALLE SERIANA This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
ALZANO LOMBARDO This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
BRIGNANO GERA D’ADDA This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
CASTIONE DELLA PRESOLANA This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
CISANO BERGAMASCO This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
GAZZANIGA This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
GRUPPO VALCALEPIO This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
LEFFE caileffThis email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
NEMBRO This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
PONTE SAN PIETRO This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
TRESCORE-VALCAVALLINA This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. URGNANO This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
VAL DEL RISO This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
VALGANDINO This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
VALLE DI SCALVE This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
VALLE IMAGNA This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
VALSERINA This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
VAPRIO D’ADDA This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
VILLA D’ALMÈ This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
ZOGNO This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Pubblicato in Ultime news
Venerdì, 03 Gennaio 2020 18:10

Alimentazione in montagna

Che tipi di alimenti sono necessari e in che misura?

Il nostro corpo ha bisogno di avere una riserva di energia pronta da utilizzare, per fare questo è necessario non far mancare alcuni elementi che possono essere trasformati in energia nel corso dell’attività.
Tra le migliori fonti ci sono i carboidrati, come pane, pasta, patate e riso, che sono essenziali da assumere prima di mettersi in movimento così che l’organismo possa gradualmente trarre le risorse utili.

Per questa ragione, circa il 50% dell’alimentazione prima e durante il trekking deve essere costituita da carboidrati. Non dimentichiamo però che i muscoli, per svolgere al meglio la loro attività, necessitano anche di un apporto di zuccheri, come quelli contenuti nei farinacei e nella frutta, anche secca (che sono a più lento assorbimento garantiscono una riserva di energia più duratura).

I grassi

Il nostro organismo, in caso di necessità, può sempre fare affidamento su una corposa riserva di energia cui attingere quando rimane privo di carboidrati, si tratta dei grassi o lipidi (come olio, burro, lardo ecc.) che nella dieta di un escursionista non devono superare il 20%, con preferenza per i grassi di origine vegetale.I grassi accumulati nell’adipe sono certamente un’importante riserva energetica, ma bisogna ricordare che per la loro trasformazione l’organismo necessità di grande sforzo e una quantità di ossigeno doppia rispetto al consumo di carboidrati.

Le proteine

Le proteine (Carne, Pesce, Uova, Formaggi, Latte, Legumi), anche se meno importanti per la resa energetica, hanno il pregio di assicurare un fondamentale apporto di aminoacidi utili per la costruzione delle cellule e il loro ricambio.La percentuale di proteine mangiate da un’escursionista dovrebbe essere intorno al 30% del pasto giornaliero.

I consigli sui pasti importanti!

 
Iniziamo dalla cena della sera prima: se il giorno successivo la sveglia suonerà presto per andare a camminare, la sera sarà importante avere un menù adeguato allo sforzo che andremo a compiere e, quindi, ricco di alimenti che ci permettano di mettere da parte le energie.Le porzioni possono anche raddoppiare rispetto al solito e, contrariamente a quanto normalmente si fa, non possono mancare i carboidrati che costituiranno una buona riserva energetica, anche verdura e frutta non devono mancare, per il loro apporto di zuccheri.

Inoltre anche bere molti liquidi ci aiuta ad aumentare l’idratazione grazie anche al glicogeno, che aiuterà a trattenerli.

Una buona abitudine sarebbe eliminare il secondo per non caricare l’organismo di proteine che, per il tipo di attività che andremo a compiere, non sono così necessarie.

Pubblicato in Escursionismo
Sabato, 05 Ottobre 2019 11:08

Scala delle difficoltà

Scala delle difficoltà tecniche

Escursionismo

 T = TURISTICO: itinerari facili con percorsi evidenti, su carrabili, mulattiere o sterrate, che non pongono incertezze o problemi di orientamento, generalmente posti sotto i 2000 m.
Richiedono preparazione alla camminata.

E = ESCURSIONISTICO: Itinerari che si svolgono su sentieri segnalati o talora su evidenti tracce di passaggio, che richiedono un minimo senso di orientamento, posti anche a quote elevate.
Sul percorso possono esservi brevi tratti di neve residua e/o brevi tratti su roccia non esposti e non impegnativi. Richiedono allenamento per la lunghezza e/o per il dislivello, conoscenza dell’ambiente alpino ed un equipaggiamento adeguato.

EE = ESCURSIONISTI ESPERTI: itinerari generalmente segnalati o tratti di percorso che comportano passaggi rocciosi di facile arrampicata, tratti aerei ed esposti, passaggi su terreni impervi e/o insidiosi, percorsi attrezzati di minor impegno, posti anche a quote elevate. Richiedono esperienza di montagna e conoscenza dell’ambiente alpino, passo sicuro e assenza di vertigini, equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguati.

EEA = ESCURSIONISTI ESPERTI CON ATTREZZATURA ALPINISTICA: Itinerari che richiedono l'uso di attrezzatura da ferrata (cordini, imbracatura, dissipatore, casco, ecc.). Possono essere sentieri attrezzati, vere e proprie vie ferrate o passaggi attrezzati su nevaio. Oltre a quanto già previsto per gli itinerari EE si rende necessario saper utilizzare in sicurezza l'equipaggiamento tecnico, avere una buona preparazione alpinistica, capacità di progressione con tecnica adeguata ed un’idonea attrezzatura individuale.

Alpinismo

 F = FACILE: Escursione alpinistica con percorso su ghiacciaio o nevaio facile con pendii moderati. Richiede un minimo di esperienza tecnica.

PD = POCO DIFFICILE: Escursione alpinistica con percorso su ghiacciaio impegnativo. Richiede una buona esperienza di tecnica di ghiaccio.

AD = ABBASTANZA DIFFICILE: Escursione alpinistica con percorso su ghiacciaio molto crepacciato con pendii molto ripidi. Richiede un’ottima padronanza della tecnica da ghiaccio e molta esperienza.

 Scialpinismo

 MS = MEDIO SCIATORE: Itinerari su pendii aperti con pendenza moderata che permettono di curvare a piacimento. E’ richiesta una discreta padronanza dello sci.

BS = BUON SCIATORE: Itinerari con pendenza sostenuta inclinati fino a 30°, con nevi anche difficili. E’ richiesta buona padronanza degli sci anche in situazioni difficili.

OS = OTTIMO SCIATORE: Itinerari che si svolgono anche su terreni molto ripidi, con tratti esposti e passaggi obbligati. E’ richiesta un ottima padronanza degli sci anche in situazioni particolarmente difficili.

Il suffisso "A" = ALPINISTA: L’aggiunta della lettera A alle sigle di cui sopra, indica che l’itinerario presenta anche caratteri alpinistici (progressione su ghiacciaio, di creste, di tratti rocciosi ed a quote elevate). E’ richiesta un’attrezzatura individuale adeguat(corda,piccozza, ramponi, etc) e la conoscenza del suo corretto utilizzo, specialmente per quanto riguarda assicurazioni e manovre di corda per recuperi dai crepacci.

Vie Ferrate

 Con la diffusione (anche molto criticata) di questo tipo di percorsi, si sta consolidando una scala di cinque gradi. Il testo riportato è una integrazione di diverse fonti semi-ufficiali CAI.


SCALA DELLE DIFFICOLTA SU VIA FERRATA

F =  Facile: ferrata poco esposta, poco impegnativa con lunghi tratti su sentiero. Tracciato molto protetto, ben segnato, poco esposto e dove le strutture metalliche si limitano al solo cavo o catena fissati unicamente per migliorare la sicurezza.

PD = Poco Difficile: ferrata anche lunga ed esposta, ma poco di forza e sempre facilitata dagli infissi posti su di essa. Tracciato più articolato, con canali e camini, con passaggi verticali e a tratti esposto; normalmente attrezzato con cavo o catena, con pioli e/o scale metalliche fisse.

D = Difficile: ferrata che supera qualche breve strapiombo, con passaggi atletici, vuoto continuo. Il pericolo (caduta di pietre o altro) viene specificato ogni volta e non aumenta la valutazione della difficoltà, ma del rischio oggettivo. Tracciato
continuamente verticale, molto articolato e con tratti di esposizione. Attrezzato con funi e/o catene, vari infissi metallici che richiedono un certo impegno fisico anche con l'aiuto di pioli d'appoggio.

TD = Molto Difficile: ferrata con passaggi molto acrobatici, tecnici, che richiede forza nelle braccia ed assoluta mancanza di vertigini. Tracciato su rocce molto ripide ed estremamente articolate, ma senza validi appoggi che richiede anche il superamento
di tratti strapiombanti. Attrezzato con funi metalliche e/o catene, solo occasionalmente con gradini artificiali che richiedono in ogni caso notevole forza fisica.

ED = Estremamente Difficile: a volte riferito ad un solo passaggio volutamente creato ad arte per impegnare sopra ogni immaginazione il frequentatore. In questo caso vi è un segnale di pericolo prima di intraprendere il passaggio e comunque vi è sempre la
possibilità di un passaggio alternativo. Tracciato verticale e strapiombante, attrezzato prevalentemente con sola corda fissa e/o catena; gli appoggi esistenti sono esclusivamente naturali ed i pioli fissati sono pochissimi. E' necessaria molta forza
fisica soprattutto nelle braccia e possesso di tecnica di arrampicata: in sua assenza la scalata risulterà eccezionalmente difficile.

Arrampicata con corda   

Francia UIAA YDS GB AUS Livello
1 I 5 3a Novizio ↓
2 II 5.1/5.2 3b 11
3 III 5.3/5.4 3c 12
4a IV 5.5 4a VD 13 Principiante ↓
4b IV+ 5.6 4b S 14
4c V 5.7 4c HS 15
5a V+ 5.8 HVS 16
5b VI- 5.9 5a 17 Intermedio ↓
5c VI 5.10a E1 18
6a VI+ 5.10b 5b 19
6a+ VII- 5.10c E2 20
6b VII 5.10d 5c 21
6b+ VII+ 5.11a E3 22 Avanzato ↓
6c VIII- 5.11b 23
6c+ VIII 5.11c 6a E4 24
7a VIII+ 5.11d 25
7a+ IX- 5.12a E5 26
7b IX-
/ IX 5.12b 6b Esperto ↓
7b+ IX 5.12c E6 27
7c IX
/ IX+ 5.12d 6c 28
7c+ IX+ 5.13a E7 29
8a IX+
/ X- 5.13b Super Esperto ↓
8a+ X- 5.13c 7a 30
8b X 5.13d E8 31
8b+ X+ 5.14a 32 Elite ↓
8c X+/XI- 5.14b 7b 33
8c+ XI- 5.14c E9 34
9a XI 5.14d 7c 33 Super Elite ↓
9a+ XI+ 5.15a 36
9b XII- 5.15b 37
9b+ XII 5.15c 38
9c XII+ 5.15d 39 Adam Ondra!

 scala-difficolta-cicloescursionismo.jpg

 

Pubblicato in varie

CAI Treviglio


Via dei Mille 23 int.
24047 Treviglio - Bergamo
tel. +39 0363 47645
email: info@caitreviglio.it
PEC: treviglio@pec.cai.it

C.F: 93000200167

 

Seguici su facebook