Escursioni

Domenica 23 Aprile 2017

Monte Valletto 2.371m

Piani dell'Avaro, Val Brembana (BG)

Situato lungo lo spartiacque che divide l’Alta Val Brembana dalla Val Gerola, assieme al Monte Triomen e al Monte Ponteranica forma la conca che racchiude i laghetti di Ponteranica.
Dai Piani dell’Avaro imbocchiamo il facile tracciato che attraverso pascoli ci conduce fino alla valle del Valletto, caratterizzata da grossi massi, da dove con un sentiero in alcuni punti poco evidente, arriviamo sulla cima del Monte di Sopra, dalla quale parte la panoramica cresta, in alcuni punti esposta, che ci conduce in cima al Monte Valletto.
Qui si gode di un ottima vista: a nord sulla Val Gerola e la Valtellina, a sud verso la Val Brembana e le sue cime.

partenza Piani dell’Avaro, q. 1.702m
dislivello 669 m
difficoltà EE – Escursionisti Esperti
tempo ore 3.00 per la salita
attrezzatura Normale equipaggiamento per escursionismo
organizzazione Roberto Bornaghi
Domenica 30 Aprile 2017

Monte Cornizzolo 1.240m

Triangolo Lariano (LC)

Il Cornizzolo è un’altura verdeggiante, dal profilo morbido e dolce, situata al margine sud-orientale del Triangolo Lariano.
Dalla sua cima si possono vedere panorami mozzafiato su Prealpi e Brianza, verso la pianura e sugli appennini. Da Gajum di Canzo si segue il sentiero glaciologico fino a giungere al ceppo dell’Angua.
Da qui, per un rapido sentiero, si passa accanto ai ruderi dell’Alpetto per poi giungere al Rifugio Marisa Consiglieri, da dove in breve tempo si giunge alla vetta. Il rientro è previsto per la stessa via della salita.

partenza Gajum di Canzo, q. 485m
dislivello 755m
difficoltà E – Escursionistico
tempo ore 2,30 per la salita
attrezzatura Normale equipaggiamento per escursionismo
organizzazione Roberto Bornaghi
Dal 5 all'8 Maggio 2017

Alta Via Alpi Apuane (prima parte)

Castelpoggio (MC), Toscana

L’Alta Via delle Alpi Apuane è un percorso che ci impegnerà per 4 giorni sui monti della Toscana.
Il trekking consiste in una traversata della catena montuosa delle Apuane da nord-ovest a sud-est, con una tappa preliminare che permette di raggiungere, il Rif. Carrara a 1320 metri di quota, punto di partenza del tracciato.

PRIMO GIORNO
Castelpoggio (Carrara) m. 545 – Rif. Carrara Loc. Campocecina m. 1320
dislivello/tempo 775m (salita), ore 3.00 complessive
difficoltà E – Escursionistico

SECONDO GIORNO
Rif. Carrara Loc. Campocecina m. 1320 – Rifugio Orto di Donna m. 1503;
Salita al Monte Spallone (m. 1560) e al Monte Sagro (m. 1749)
dislivello 700m complessivi (salita)
tempo ore 6.00 compresa la salita alle vette
difficoltà EE – Escursionisti Esperti

TERZO GIORNO
Rifugio Orto di Donna q. 1.503m – Rifugio Nello Conti q. 1.442m
dislivello 500m complessivi (salita)
tempo ore 6.00 compresa la salita al M. Tambura q.1.890m
difficoltà EE – Escursionisti Esperti

QUARTO GIORNO
Rifugio Nello Conti m. 1442 – Località Arni di Stazzema m. 923
dislivello/tempo 100m (salita); 600m (discesa), ore 6.00 compl.
difficoltà EE – Escursionisti Esperti

attrezzatura Normale equipaggiamento per escursionismo
diponibilità 15 posti (pernottamento in rifugio)

organizzazione Roberto Bornaghi e Chiara Gatti

note generali

  • Apertura iscrizioni a partire da Martedì 4 Aprile presso la sede CAI di Treviglio negli orari di apertura, fino ad esaurimento dei posti disponibili;
  • L’iscrizione prevede il versamento di una quota quale caparra di partecipazione, da effettuarsi prima dell’uscita con validità di conferma; in caso di mancata partecipazione verrà trattenuta la quota versata;
  • trasferimento da Treviglio con mezzi propri; pernottamento in Rifugio;
  • Maggiori dettagli verranno dati in sede al momento dell’iscrizione.
Domenica 28 Maggio 2017

Cima Bacchetta 2.549m

Sommaprada di Lozio, Val Camonica (BS)

Panoramica cima rocciosa che domina la Val Camonica e la Valle di Lozio. La cima Bacchetta si trova nel massiccio della Concarena e con i suoi 2.549 metri ne costituisce la cima più alta.
La sua roccia calcarea crea un ambiente simile alle Dolomiti, molto aspro e selvaggio.
L’itinerario risale la ripida Val Baione e si snoda attraversando un canale roccioso che presenta alcune difficoltà tecniche. Si sbuca poi sulla cresta che in circa quindici minuti ci permette di conquistare la panoramica vetta

partenza Sommaprada di Lozio, q. 1.045m
dislivello 1.504m
difficoltà EE – Escursionisti Esperti
tempo ore 4.30 per la salita
attrezzatura Normale equipaggiamento per escursionismo
organizzazione Roberto Bornaghi
Domenica 4 Giugno 2017

Monte Caione 3.140m

Case di Viso, Val Camonica (BS)

Piacevole e facile escursione su una delle vette meno note dell’Alta Val Camonica che permette a tutti di superare la quota di 3.000 metri.
Si parte dalla località Case di Viso (Ponte di Legno) seguendo la mulattiera prima e il sentiero stretto e ripido poi, che conduce in due ore circa ai Laghi di Ercavallo (m. 2.621).
Superato il secondo laghetto si prende il sentiero per il Passo delle Graole fino ad imboccare un vallone pietroso che si apre sulla destra, e una volta risalito si prosegue fino al passo dal quale si arriva all’ampia Cima del Caione, da dove si può godere di una vista a 360° sui gruppi Adamello-Presanella, la Punta di Ercavallo, il Corno Tre Signori e il Gruppo Pietrarossa.

partenza Case di Viso, q. 1.754m
dislivello 1.386m
difficoltà E – Escursionistico
tempo ore 4.00 per la salita
attrezzatura Normale equipaggiamento per escursionismo
organizzazione Roberto Bornaghi
Domenica 18 Giugno 2017

Ciclo-escursione

della Golena del Po Cremonese

L’itinerario segue l’argine di sinistra del Po attraversando le belle campagne della Lombardia ed a tratti lungo la riva del fiume.
Durante il percorso si possono visitare luoghi storici e naturalistici.
Si parte da Treviglio in treno per raggiungere Cremona, da dove si inizia a pedalare e, dopo circa 60 km di strade sterrate ed asfaltate si arriverà a Casal maggiore, dove si potrà programmare il ritorno in battello (se c’è la disponibilità del servizio di navigazione del Po); in alternativa il ritorno verrà effettuato in treno via Piadena-Cremona.
Il pranzo è previsto al sacco.

Maggiori dettagli saranno forniti prima dell’escursione.
difficoltà cicloescursione Facile, fondo stradale misto.
mezzi consigliati bici da turismo o mountain-bike (si consiglia di portare una camera d’aria di scorta).

Iscrizioni c/o sede CAI negli orari di apertura; disp. 20 posti

organizzazione Antonio Rivoltella

Domenica 25 Giugno 2017

Grigna Settentrionale 2.410m

Colli di Balisio, Valsassina (LC)

L’escursione è una classica della Valsassina. Inoltrandoci per un bel bosco di betulle ci dirigiamo, passando per l’Alpe Cova ed il suo suggestivo laghetto, in località Plaleral. Da qui seguendo una ripida traccia, prima su terreno boscoso e poi su terreno sassoso ci dirigiamo verso uno spuntone roccioso e raggiungiamo il Bivacco Merlini. Il sentiero, che prosegue mantenendosi sotto la linea di cresta, ci porta alla Bocchetta di Releccio, da dove, dopo un ultimo balzo raggiungiamo il Rifugio Brioschi posto sulla cima, da cui si potrà godere di uno splendido panorama.

partenza Colli di Balisio, q. 720m
dislivello 1.690m
difficoltà E – Escursionistco
tempo ore 4.30 per la salita
attrezzatura Normale equipaggiamento per escursionismo
organizzazione Sergio Bornaghi
Domenica 9 Luglio 2017

Cammina Orobie 2016

Escursioni nelle Orobie Bergamasche

Tutti insieme per una montagna a misura di famiglie.

Tutti insieme per una montagna a misura di famiglie.
Dopo l’esperienza positiva dello scorso anno la sezione CAI di Treviglio parteciperà alla manifestazione “CAMMINAOROBIE“, una giornata aperta a tutti coloro che amano camminare in compagnia sui sentieri di montagna e incontrarsi nei rifugi delle nostre belle Orobie Bergamasche.
L’iniziativa vedrà migliaia di persone percorrere insieme i sentieri montani in una cordata ideale tra CAI, ANA, istituzioni ed appassionati della montagna.
Saranno coinvolti i rifugi alpinistici ed escursionistici, con percorsi che spaziano da quello più breve e facile come la salita al Rif. Alpe Corte a quello più impegnativo del rifugio Tagliaferri, proprio a voler sottolineare il concetto di “montagna per tutti” e di giornata aperta a ogni tipologia di escursione. Il programma di massima prevede per le ore 11 il ritrovo degli escursionisti ai rifugi, alle 11.30 le cerimonie celebrative e alle 12.30 il pranzo sociale

Maggiori dettagli saranno forniti prima della manifestazione.

Domenica 16-17 Settembre 2017

Sas Dles Diesc 3.023m di Sasso della Croce

Parco naturale Fanes-Sennes Val Badia, Dolomiti (BZ)

La catena delle Cunturines e del Sasso della Croce descrive un ampio semicerchio aperto verso est, al centro del quale si estende l’acrocoro di Fanes Piccola con i Rifugi Fanes e Lavarela, principali basi per le ascensioni nel Gruppo.
Il Sasso della Croce incombe sull’Alta Val Badia con una gigantesca bastionata rocciosa che s’innalza dal bosco per circa mille metri di dislivello.

1º GIORNO:
Capanna Alpina (Armentarola)-Rif. Fanes (pernottamento)
partenza Armentarola, Alta Badia q. 1726m
arrivo Passo Fanes q. 2159m – Rif. Fanes q. 2026m
dislivello + 433m / -99m
tempo ore 4.00 complessive
difficoltà E – Escursionistico

2º GIORNO:
Rif. Fanes-Sas Dles Diesc-Ospizio di Santa Croce
partenza Rif. Fanes q. 2026m
arrivo Sas dles Diesc q. 3023m Ospizio di Santa Croce q.2045m
dislivello + 997m / -978m
tempo ore 5.00 alla vetta; ore 3.00 per l’Ospizio di S. Croce
difficoltà EEA – Escursionisti Esperti con Attrezzatura attrezzatura Imbrago, set da ferrata e casco

organizzazione Ettore Galbiati Eleonora Brignoli

 

note generali

  • Apertura iscrizioni a partire da Venerdì 1 Settembre presso la sede CAI di Treviglio negli orari di apertura, fino ad esaurimento dei posti disponibili;
  • L’iscrizione prevede il versamento di una quota quale caparra di partecipazione, da effettuarsi prima dell’uscita con validità di conferma; in caso di mancata partecipazione verrà trattenuta la quota versata;
  • trasferimento da Treviglio con mezzi propri; pernottamento in Rifugio;
  • la meta della salita potrà variare a seconda delle condizioni nivometereologiche del momento.
Domenica 24 Settembre 2017

Cima Paganella 2.125m - Ferrata delle Aquile

Andalo, altopiano Brenta-Paganella (TN)

Il sentiero inizia dall’arrivo della seggiovia della Cima Paganella. Il percorso si mantiene in quota con un andamento pressochè orizzontale. Il primo tratto richiede attenzione e prudenza. Si attraversa una grotta naturale e si giunge al canalone Battisti. Da questo punto il sentiero diventa più ampio ma non perde panoramicità. In breve si giunge al Trono delle aquile: un belvedere mozzafiato. Il rientro sarà per il sentiero botanico che ci riporta in vetta alla Paganella.

partenza Paganella-La Roda (impianti) q. 2.125m
dislivello 155m
difficoltà EEA – Escursionisti Esperti con Attrezzatura
tempo ore 2.30 per la salita
attrezzatura Imbrago, set da ferrata e casco
organizzazione Sergio Bornaghi
Domenica 1 Ottobre 2017

Ciclo-escursione

Ciclabile della Val Seriana

Il percorso della pista ciclabile della Val Seriana è stato ricavato recuperando per buona parte il tracciato della vecchia ferrovia Bergamo-Clusone, in disuso da lungo tempo: lungo l’itinerario si potranno vedere le vecchie stazioni ed attraversare le gallerie ferroviarie.
Si parte da Villa di Serio e si prosegue fino a raggungere il Comune di Clusone; il ritorno è previsto per lo stesso itinerario dell’andata.
La trasferta fino a Villa di Serio si effettuerà con mezzi propri. Il pranzo è previsto al sacco.

 

difficoltà cicloescursione Facile, fondo stradale misto
mezzi consigliati bici da turismo o mountain-bike
(si consiglia di portare una camera d’aria di scorta)
Iscrizioni c/o sede CAI negli orari di apertura
organizzazione Antonio Rivoltella